keyboard_arrow_right
keyboard_arrow_right
Tute sportive, pantaloncini o T-Shirt: la scelta dell’abbigliamento sportivo adeguato
Uncategorized

Tute sportive, pantaloncini o T-Shirt: la scelta dell’abbigliamento sportivo adeguato

Al giorno d’oggi sono tante le persone che decidono di iscriversi in palestra e tante altre sono le strutture predisposte per questo tipo di attività. Spesso molte di queste persone sono alla loro prima esperienza, perché non hanno mai praticato uno sport. In questi casi la maggior parte delle volte, la scelta dell’abbigliamento adeguato corrisponde a tute sportive che si possono acquistare online ad un ottimo prezzo. Veri e propri capi di abbigliamento sportivo con il giusto rapporto qualità prezzo. Questi sono realizzati con materiali innovativi come la microfibra di poliestere, l’elastam o il treetech. A scegliere questi tessuti sono soprattutto i grandi marchi italiani, Givova, Legea e Zeus solo per citarne alcuni.

Quando e perchè si decide di praticare uno sport

Le persone che si iscrivono in palestra sono di età diverse e altrettanto diverse sono le motivazioni per il quale decidono di praticare sport. Troviamo adolescenti e adulti fino all’età di 50-60 anni. In alcuni casi anche persone che hanno superato abbondantemente la loro sesta decade, che però praticano attività diverse e adeguate in strutture specializzate, proprio in relazione alla loro età avanzata.
Tra i principali motivi per cui ci si iscrive in palestra o si decide di praticare sport, ritroviamo quello del dimagrimento. In questi casi, la maggior parte delle volte, all’allenamento sportivo viene associato un adeguato piano alimentare su consiglio di un esperto nutrizionista o dietologo. Altre volte il motivo potrebbe essere il semplice allenamento per il proprio benessere fisico; la pratica del culturismo, conosciuto anche come bodybuilding, una disciplina che tramite l’allenamento e una specifica alimentazione si pone l’obbiettivo di aumentare la massa muscolare a discapito di quella grassa non per fini competitivi, ma bensì per motivi puramente estetici; la pratica del sollevamento pesi e del powerlifting, ovvero una disciplina sportiva che vede l’atleta impegnato in tre discipline: squat, distensione su panca piana e stacco da terra; questi esercizi, singolarmente, si possono trovare anche all’interno della nostra scheda di allenamento. Oggi però si sta perdendo la concezione della palestra vista solo come sala attrezzi e si sta sviluppando l’idea di una struttura che permette anche la pratica di alcuni corsi che non prevedono la tipica scheda di allenamento, ma semplicemente la partecipazione alle attività proposte dall’istruttore come: pilates, zumba, walking, yoga, fit boxe, aerobica, step e molti altri.

Quale abbigliamento sportivo scegliere?

Può sembrare strano, ma molto spesso, le persone che per la prima volta si approcciano al mondo della palestra o a semplici corsi, ha difficoltà nello scegliere il tipo di abbigliamento da indossare. La prima cosa che ci viene in mente e che sicuramente mette d’accordo tutti è l’utilizzo delle scarpe da ginnastica, anche se spesso le scarpe per attività motorie vengono confuse con quelle sportive che usiamo di solito per uscire a fare compere, ma per il resto c’è l’indecisione totale.
L’abbigliamento sempre consigliato è una tuta, indistintamente per uomini e donne. A volte però può capitare che una palestra sia molto affollata, quindi le temperature potrebbero essere più calde. In questi casi la struttura tende a generare maggior calore all’interno di essa e quindi è consigliabile l’uso di pantaloncini, sempre adeguati alla situazione, oppure di t-shirt che possono sostituire tranquillamente la tuta. Questo però non vuol dire che per ogni attività l’abbigliamento sia standard, questo non è assolutamente vero.

Abbigliamento Fit Box

Tra gli outfit per palestra rientrano anche i guanti che variano di materiale e composizione a seconda del tipo di esercizio che andrete a svolgere, ad esempio nella fit boxe ci sono delle varianti ai pantaloncini e alle t-shirt. Per la donna è possibile indossare il leggings con una canotta, ovviamente sempre adeguati all’ l’attività sportiva svolta. In ogni caso sono da evitare reggiseni con ferretti o sintetici, infatti il nostro consiglio è quello di utilizzare fasce elastiche. Per l’uomo, in ambienti chiusi sono preferibili i pantaloncini, ma anche per lui è possibile indossare una maglia a giromanica. Per le scarpe vale lo stesso discorso, è possibile usare la scarpa da ginnastica, ma è preferibile avere un modello di scarpa più alta sulla parte della caviglia per evitare slogature; per le mani sono invece indicati i cosidetti guantini, simili a quelli da boxe per materiale, anche se diversi per forma. In alternativa è possibile indossare fascette protettive con la funzione di tenere il polso fermo durante lo svolgimento degli esercizi.

Abbigliamento Pilates

Per quanto concerne il pilates, non ci distacchiamo molto dal tipo di look, dobbiamo solo tener presente che gli esercizi sono sempre senza scarpe, al massimo se non si vuole essere completamente scalzi, si possono indossare calzini antiscivolo. Per l’abbigliamento invece è consigliabile avere tute attillate o leggings e t-shirt per fare in modo che l’istruttore riesca a vedere bene tutti movimenti e assicurarsi la corretta esecuzione dell’esercizio. Si possono indossare anche delle felpe, purché senza cappuccio o a collo alto, in quanto la testa ed il collo devono essere liberi di effettuare vari movimenti richiesti da questa disciplina considerando che ha anche l’obbiettivo di correggere la postura della schiena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *